Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 

SESSUOLOGIA CLINICA

I BIENNIO - CONSULENZA SESSUALE

 

 

La lettura della domanda sessuologica,
la scelta terapeutica e la consulenza sessuale
 

Calendario 2016-2017

 

11-12 Novembre 2016

02-03 Dicembre 2016

20-21 Gennaio 2017

17-18 Febbraio 2017

10-11 Marzo 2017

07-08 Aprile 2017

05-06 Maggio 2017

 

 

 

Orari:

Venerdì: ore 9:00-13:00 e 14:00-18:00
Sabato: ore 9:00-13:00 e 14:00-18:00

 

 
 

 

- Scheda di iscrizione

- Scarica il depliant

- Scarica la locandina

 

 

 

 

INDICE

Finalità
Destinatari
Obiettivi
Durata
Percorso formativo
Albo professionale 
Tecniche didattiche
Docenti
ECM - Ministero della Salute
Valutazione
Attestazione

Costo

 

FINALITÀ
Assumere abilità relazionali e competenze diagnostiche necessarie alla Lettura della Domanda e alla conduzione del Primo Colloquio in ambito sessuologico e strumenti di intervento di sex-couseling che consentano di strutturare una relazione d'aiuto.

torna all'indice

 

DESTINATARI
Possono iscriversi coloro che sono in possesso dei titoli di studio e professionali compatibili con gli obbiettivi educativi del percorso formativo e con le disposizioni legislative in materia di abilitazione all'esercizio professionale. (Art. 3 del Regolamento.) In particolare quindi sono ammessi i laureati in Psicologia, in Medicina e Chirurgia, in Scienze della Formazione, Scienze Sociali o titoli equipollenti e altri operatori della salute (Assistenti sociali, Ostetriche, Assistenti sanitari, Infermieri, Consulenti, Mediatori Familiari, ecc...) Inoltre sono ammessi a partecipare come uditori, in un numero non superiore a 1/10 degli iscritti, anche cultori della materia previo colloquio di ammissione. I corsi verranno attivati con un numero minimo di 12 iscritti e massimo di 30.

torna all'indice

 

DURATA: Il corso è suddiviso in due anni

1° Anno: La lettura della domanda sessuologica: 7 week-end: Venerdì e Sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.00

2° Anno: La Consulenza Sessuale: 6 week-end: Venerdì e Sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.00 (in date da definirsi nel 2017-2018)

torna all'indice

 

PERCORSO FORMATIVO
L'iter che consente di acquisire le abilità necessarie per la lettura della domanda la scelta terapeutica e la consulenza sessuale e quindi di formarsi come Consulente Sessuale richiede un percorso didattico di due anno che associa la frequenza del corso, la preparazione teorica e la supervisione. Nel suo insieme il percorso formativo di base richiede un totale minimo di 260 ore così ripartite:

- 130 ore dedicate agli aspetti applicativi del primo colloquio e della consulenza con l'utilizzazione privilegiata di video-clip, spot, e role-play

- 48 ore dedicate ai temi clinici di impostazione generale (aspetti teorici) con l'utilizzazione di metodiche di coinvolgimento attivo e costante riferimento alla casistica clinica.

- 30 ore di supervisione individuale e/o di gruppo (obbligatoria per chi desidera iscriversi all'Albo Professionale CIS II Livello e avere il nulla osta per l'Albo Professionale FISS). Saranno a tal proposito organizzati wee-end di Supervisione di gruppo dalla Scuola CIS

BIENNIO SPECIALISTICO: Terminato il suddetto percorso medici e psicologi potranno proseguire il percorso frequentando il biennio specialistico al fine di formarsi come Sessuologo Clinico

torna all'indice

 

ALBO PROFESSIONALE
Nell’attesa del riconoscimento della professione di coloro che si occupano di sessuologia clinica, il Centro Italiano di Sessuologia ha costituito dal 1995 un Albo Professionale interno. L’Albo professionale è nato con l’obbiettivo di attribuire una qualifica di professionalità a chi ha intrappreso la formazione in sessuologia. Si compone di categorie diverse (Allievo di I° e II° livello, Membro effettivo educatore, consulente o terapeuta, Membro didatta) in funzione del livello di preparazione raggiunto. In base all’art 8 dello Statuto della Scuola CIS la partecipazione al percorso formativo consente la iscrizione nella categoria Allievi di I° livello per coloro che stanno svolgendo la formazione di base, e di Allievi di II° livello per chi è in supervisione. Per coloro che intendono essere ammessi alle categorie superiori valgono le disposizioni indicate nello Statuto della Scuola CIS.
L’allievo, che ha concluso il suddetto percorso formativo biennale ed è iscritto all’Albo CIS nella categoria Allievo di II° livello, potrà ottenere dal Consiglio Didattico della Scuola CIS il nulla osta per iscriversi anche all’albo professionale istituito dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica.

La “legge Bersani” (n°248, del 4 Agosto 2006) ha eliminato le limitazioni in materia di pubblicità in ambito sanitario mantenendo l’obbligo della veridicità del messaggio e del “decoro” dello stesso. Per questa ragione, poiché l’iscrizione all’Albo CIS attesta l’adeguatezza del training formativo e inoltre prevede aggiornamenti periodici e continui, si rende possibile l’utilizzazione della definizione di “sessuologo”.

torna all'indice

 

OBIETTIVI
A) GENERALI:

• aggiornare e arricchire le conoscenze di fisiologia, patologia e clinica sessuologica necessarie per la lettura della domanda e la scelta terapeutica;
• assumere la conoscenza di una coerente teoria della tecnica per l’attuazione della consulenza sessuale;
• migliorare la consapevolezza:

  • delle equivalenze personali, professionali e istituzionali che interagiscono nello svolgersi della clinica sessuologica;

  • sul ruolo delle componenti emozionali e dei processi di identificazione nella comunicazione interpersonale operatore paziente;

  • delle proprie modalità di relazione interpersonale nella relazione con i/le pazienti.

B) SPECIFICI 
• completare la comprensione del problema proposto dal paziente con le variabili di ordine sessuologico;
• elaborare le strategie necessarie per la conduzione del colloquio clinico;
• apprendere la pratica clinica della lettura della domanda e della consulenza per il rilievo degli aspetti della personalità individuando le situazioni cliniche che possono essere suscettibili di un determinato trattamento, stabilendo strategie d’intervento e acquisendo abilità tattiche.

torna all'indice

 

TEMATICHE GENERALI
• la lettura della domanda sessuologica;
• la scelta terapeutica;
• la consulenza sessuale.

torna all'indice

 

TEMATICHE SPECIFICHE
1 - Aspetti teorici

A) Sessuologia Generale
• Collocazione storica e scientifica della sessuologia.
• Il normale e il patologico: per una definizione della salute sessuale.
• Fisiologia della risposta sessuale: il corpo e i suoi vissuti.
• Psicologia della coppia.
• Aspetti deontologici e legali della pratica sessuologica.

B) Sessuologia Clinica
• La lettura della domanda sessuologica: primo colloquio e anamnesi sessuologica.
• La nosografia e la sintomatologia delle impotenze sessuali maschili, femminili e di coppia: la patologia del desiderio, dell’eccitazione, dell’erezione, dell’eiaculazione, dell’orgasmo, la dispareunia e il vaginismo.
• L’apporto dello specialista (ginecologo, andrologo) alla clinica sessuologica.
• Le dipendenze sessuali.
• Le devianze sessuali e parafilie.
• Violenza sessuale e abuso all’infanzia.
• La scelta terapeutica. Le variabili che la rendono possibile e le opportunità della scelta: consulenza sessuologica, terapie farmacologiche chirurgiche e psicologiche.
• La consulenza sessuale. Definizione e differenziazione dalla psicoterapia. Specificità della consulenza per le tematiche sessuali.
• Strategie e tattiche di intervento. Limiti e possibilità della consulenza sessuologica.
• La consulenza in condizioni specifiche (adolescenza, contraccezione, gravidanza, IVG, sterilità, fecondazione assistita, ginecologia, andrologia, MST, disabilità, climaterio, terza età, violenza sessuale)

2 - Aspetti applicativi

A) Definizioni ed elementi costitutivi 
• Lettura della domanda sessuologica: l’attenzione alla persona come riferimento privilegiato.
• Primo colloquio ed elementi del primo colloquio: il setting, la relazione.
• Le funzioni: prestare attenzione (a sé, all’altro, alla relazione), osservare (sé, l’altro, la relazione), ascoltare, ricordare. Fattori di facilitazione e di ostacolo.
• La comunicazione verbale e il linguaggio della sessualità.
• Atteggiamenti personali che inducono risposte o non facilitano l’espressione, requisiti e stili personali dell’operatore.

B) Tecniche e strumenti

  • Tecniche e strumenti per il primo colloquio: l’indagine.

  • Definizione e strumenti applicativi: domanda aperta, osservazione/segnalazione, invito, rilievo di contraddizione, indicazione di una confusione, silenzio.

  • Aree dell’indagine sessuologica.

  • Porre le domande: quando, come, perché.

  • Rispondere al contenuto, al sentimento, al significato

  • Accoglienza, indagine, restituzione, invio e chiusura.

  • Tecniche e strumenti nel setting individuale e di coppia.

  • Tecniche e strumenti per la consulenza sessuologica: indagine, appoggio, conferma/disconferma, provocazione, relazione della coppia, informazione, consiglio, chiarificazione, confrontazione, rielaborazione cognitiva.

  • Tecniche e strumenti per la consulenza sessuale, in condizioni specifiche, casistica e role-play.

C) Relazione di aiuto 
• Tecniche finalizzate a:

  • costruire e mantenere un’efficace relazione di aiuto con il consultante,

  • accedere ai propri sentimenti ed emozioni,

  • essere empatici

• Meccanismi interpersonali propri della consulenza sessuale.

torna all'indice

 

TECNICHE DIDATTICHE
a) Per gli aspetti cognitivi (il sapere) vengono utilizzate le tecniche della lezione frontale,dell’apprendimento teorico individuale (FAD - formazione a distanza) con le conseguenti verifiche e, prevalentemente, del lavoro in gruppo attivato da una premessa teorica.

b) Per gli aspetti esperenziali (il saper fare e il saper essere) vengono svolte simulazioni nella forma delRole Play e incontridi supervisione individuale e/o di gruppo e la formazione sul campo.

torna all'indice

 

DOCENTI
La programmazione e la struttura teorica generale del Corso e la conduzione dei gruppi sono affidate ai collaboratori del Prof. Giorgio Rifelli (Fondatore della Scuola): Dott.ssa Maria Cristina Florini, Dott.ssa Giada Mondini, Dott.ssa Gabriella Rifelli, Dott. Tiziano Tagliavini. 

Gli aspetti teorici specifici sono trattati dai docenti: Dott.ssa Cinzia Artioli, Dott. Stefano Bernardi, Dott.ssa Annamaria Capponcelli, Dott. Michele Frigieri, Dott. Nicola Ghidini Dott.ssa Margherita Graglia, Dott.ssa Luisa Mancini, Dott.ssa Marta Panzeri, Prof. Giovanni Rocchi, Dott.ssa Anna Tampelli, Dott.ssa Stefania Valanzano

torna all'indice

 

ECM - MINISTERO DELLA SALUTE Programma Formazione Continua

Il CIS avvia le pratiche per l’accreditamento presso il Ministero della Salute. In particolare, alle iniziative già attuate, sono stati riconosciuti ai laureati in medicina e chirurgia e agli psicologi 50 crediti formativi per il biennio.

torna all'indice

 

VALUTAZIONE
La valutazione verrà attuata attraverso verifiche di apprendimento svolte in itinere e al termine del percorso formativo. Inoltre tenendo conto delle disposizioni per l’accreditamento ECM verranno somministrati questionari di apprendimento in entrata e in uscita, di autovalutazione e di gradimento.

torna all'indice

 

ATTESTAZIONE
A tutti coloro che posseggono i titoli di legge per l’abilitazione professionale, che hanno frequentato i 4/5 delle lezioni del corso, sostenuto le verifiche previste e quindi completato il percorso formativo, verrà rilasciato un Attestato di Frequenza del Corso con l'indicazione delle ore svolte.  

Gli iscritti con la qualifica di uditori non sono tenuti a sostenere le verifiche previste e a coloro che hanno frequentato i 4/5 delle lezioni, verrà rilasciato l’Attestato di frequenza al corso con l’indicazione della qualifica di Uditore.

torna all'indice 

 

COSTO
La quota di partecipazione per il  1° Anno è di € 1.400 + iva da versare in due rate secondo le indicazioni fornite dalla segreteria.

torna all'indice